4.1 ConsentList

Il metadato ConsentList è utilizzato per comunicare i valori dei consensi dell’assistito. Ogni consenso nella lista può assumere il valore “true” oppure il valore “false”. Ai consensi espressi (o revocati) dall’assistito è associato l’attributo “date”, che indica la data in cui il consenso è stato fornito/revocato da parte dell’assistito (se il valore del consenso non è cambiato a seguito di una nuova comunicazione, la data di riferimento è quella relativa all’ultima variazione). L’attributo “date” è obbligatorio nel caso in cui il consenso sia stato manifestato o revocato: questo attributo non è valorizzato nel caso in cui il consenso non sia stato esplicitamente manifestato.

I valori ammessi per questi metadati sono indicati e descritti in Tabella 4.1-1.

Tabella 4.1-1

Name

Tipo di consenso

Valori

Attributo date

Descrizione

C1

Consenso alla alimentazione

true o false

date=YYYYMMDDhh[mm[ss]]

Questo codice rappresenta il consenso all’alimentazione espresso dall’assistito (“true” = manifestazione del consenso, “false” = revoca del consenso o consenso mai manifestato). La valorizzazione a “true” di tale consenso permette l’alimentazione del FSE dell’assistito. L’elemento consent ha un sotto-elemento “note” di tipo stringa. In fase di comunicazione dei consensi è possibile esplicitare la data associata al consenso con i valori della data in cui è effettuata la comunicazione, in caso in cui il paziente sta modificando il valore di tale consenso, ovvero sta forzando il valore senza considerare il valore precedente del consenso. È possibile non indicare la data nel caso in cui il paziente non manifesta la volontà di modificare tale consenso.

C2

Consenso alla consultazione

true o false

date=YYYYMMDDhh[mm[ss]]

Questo codice rappresenta il consenso alla consultazione espresso dall’assistito (“true” = manifestazione del consenso, “false” = revoca del consenso o consenso mai manifestato). La valorizzazione a “true” di tale consenso abilita la consultazione dei contenuti nel FSE dell’assistito da parte di soggetti autorizzati. L’elemento consent ha un sotto-elemento “note” di tipo stringa. In fase di comunicazione dei consensi è possibile esplicitare la data associata al consenso con i valori della data in cui è effettuata la comunicazione, in caso in cui il paziente sta modificando il valore di tale consenso, ovvero sta forzando il valore senza considerare il valore precedente del consenso. È possibile non indicare la data nel caso in cui il paziente non manifesta la volontà di modificare tale consenso.

C3

Consenso al pregresso

true o false

date=YYYYMMDDhh[mm[ss]]

Questo codice rappresenta il consenso al pregresso espresso dall’assistito (“true” = manifestazione del consenso, “false” = consenso mai manifestato). La valorizzazione a “true” di questo consenso fornisce la possibilità di recuperare i metadati (se disponibili) dei documenti prodotti precedentemente all’istituzione del FSE e gestiti dai sistemi regionali. L’elemento consent ha un sotto-elemento “note” di tipo stringa. In fase di comunicazione dei consensi la data è valorizzata con la data di richiesta di modifica del consenso.

 

 

Un esempio di valorizzazione di questo metadato è mostrato di seguito:

<consentList>
    <consent name="C1" date="2017-02-18T09:30:10Z">
        <value>true</value>
        <note>il paziente ha fornito il consenso</note>
    </consent>
    <consent name="C2" date="2017-04-19T12:30:10Z">
        <value>true</value>
        <note>il paziente ha fornito il consenso</note>
    </consent>
    <consent name="C3">
        <value>false</value>
        <note>il paziente non ha espresso il consenso al pregresso</note>
    </consent>
</consentList>

Ultimo aggiornamento: 06/02/2018