1. Sincronizzazione dei sistemi

Tutti i sistemi coinvolti all’interno dell’infrastruttura di interoperabilità devono garantire la sincronia. Per questo motivo ogni sistema deve garantire i requisiti dell’attore Time Client come definito nel profilo di integrazione IHE Consistent Time (CT) IHE TF-ITI:1 sezione 7. La sincronizzazione è in questo modo garantita con un errore mediano minore di un secondo.

Un attore CT Time Client deve utilizzare il protocollo NTP (Network Time Protocol) definito nello standard RFC 1305 per la transazione [ITI-1] Maintain Time.

Ogni regione, così come il sistema INI, garantisce la sincronizzazione dei propri sistemi interni, agendo da Time Client raggruppato con Time Server, allineando il proprio clock con il Time Server di Galileo Ferraris a questi NTP Server primario e secondario:

  • ntp1.inrim.it (193.204.114.232).
  • ntp2.inrim.it (193.204.114.233).

I dettagli implementativi della transazione sono descritti negli standard di riferimento e al seguente indirizzo: http://www.ntp.org.

Ultimo aggiornamento: 06/02/2018