L’Italia partecipa al progetto per l’interoperabilità europea

L’Italia partecipa al progetto europeo “Deployment of generic cross border eHealth services in Italy”, finanziato nell’ambito del programma Connecting Europe Facility (CEF), per la realizzazione di servizi di interscambio tra nazioni dell’Unione Europea di dati e documenti sanitari.

Il progetto, avviato il 1° gennaio 2017 ed ha una durata di 4 anni, è coordinato dal Ministero della Salute e vede la partecipazione dell’Agenzia per l’Italia Digitale, delle Regioni Emilia Romagna, Veneto e Lombardia.

Obiettivo del progetto è quindi la realizzazione del Punto di Contatto Nazionale per l’eHealth (National Contact Point for eHealth – NCPeH) che garantisca l’interoperabilità e lo scambio transfrontaliero del Patient Summary (profilo sanitario sintetico) e dell’ePrescription (ricette mediche elettroniche), che a livello nazionale fanno parte del Fascicolo Sanitario Elettronico.

Tutte le informazioni sul progetto e sulle fasi realizzative è reperibile all’interno del sito nell’area “Interoperabilità UE”.

Ultimo aggiornamento: 06/03/2018